A occhi chiusi

  

Prova a guardarle tu,
le girandole a vento!
Sono schiaffi sugli occhi,
sorrisi ubriachi.
Sono verdi brillanti
e denti,
odore scivolato via
dalle narici e dalle fibre,
come i suoni tremuli
striduli
sciolti tra le labbra
e il fondo del bicchiere.
Girano, colorate e veloci
e mi rubano carezze,
sbiadite dalle mani
e dalla pelle
come un livido guarito,
un desiderio sfiorato,
come i ricordi
che rincorro a stento
e cerco di fermare
a graffito
sotto le palpebre
in abbandono.

 

 

 

Annunci

3 thoughts on “A occhi chiusi

  1. R. ha detto:

    tutta roba che lascia una scia, insomma.

  2. Valchiria ha detto:

    già…

    martedì mattina ho scritto proprio una cosa sulle scie… ma quella resta per me 🙂

  3. banshee ha detto:

    “come un livido guarito,
    un desiderio sfiorato,
    come i ricordi
    che rincorro a stento”
    assolutamente bellissimi, questi versi
    proprio come un livido che non fa più male
    forse è la cosa più triste
    scavare tra le proprie memorie alla ricerca di quel vago dolore che non si prova più
    ciao 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...