Donna

Ti dipingo
nera infatuazione
per i miei occhi
che hanno visto tanto.
Ti racconto
e sei oblio
di quei pensieri
che vivono di regole.
Ti sento
ragnatela e ragno
mia trappola
e mia regina della caccia.

Ti desidero
ardito sogno
di mescere il tuo fluido e la mia saliva…
ti avvicino
dischiudendo
la doppia cucitura delle nostre vite,
ti prendo
selvaggia
nella tua nudità di puledra mai domata
e ti possiedo
fremito nel ventre
piacere arido e sordo delle mie menzogne d’uomo.

Ti libero adesso
Ti dissolvi
Ti confondo
Ti sciogli
Ti perdo…

Ti odio
Donna
Ti odio
come odio il mio seme che trattengo nella mano.

3 thoughts on “Donna

  1. misterecho ha detto:

    potevi chimarla “ode al pugnettaro”, faceva più cool. 😀
    a parte gli scherzi, mi è piaciuta. molto intensa. 😉

  2. waltereno ha detto:

    Come diceva quella culazza di Aldo Busi: “Ma noi amiiiiiiaaaamoooo le donne!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...